28 Marzo Ilaria Tuti a Forni di Sotto

By admin, 1 marzo 2018

28 marzo

Ilaria Tuti – Fiori Sopra l’inferno – Longanesi

Ore 18.30 Forni di Sotto – Biblioteca Comunale

Via Baselia, Forni di Sotto

Il 28 Marzo sarà  Forni di Sotto ad ospitare l’esordio della giovane scrittrice Friulana Ilaria Tuti con il suo romanzo giallo ambientato nelle montagne locali “I Fiori Sopra l’Inferno” di Longanesi, un grande successo editoriale appena presentato e già in ristampa


Ilaria Tuti, Fiori Sopra l’inferno, Longanesi

«Ilaria Tuti ha creato non un personaggio ma una persona vera. Teresa Battaglia è più di una protagonista: è una luce piena di ombre, uno spazio dentro il nostro cuore. È già indimenticabile.» – Donato Carrisi

«Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l’esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l’inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall’età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura

Questo non è soltanto l’esordio di una scrittrice di grandissimo talento. Non è soltanto un thriller dal ritmo implacabile e dall’ambientazione suggestiva. Questo è il debutto di una protagonista indimenticabile per la sua straordinaria umanità, il suo spirito indomito, la sua rabbia e la sua tenerezza.

 

http://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2018/01/18/news/ilaria-tuti-la-ragazza-in-giallo-che-piace-all-europa-1.16365872

 

 

 

 

 

 

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *